Piazza Fontana – 50esimo

50 anni dalla strage di Piazza Fontana
noi conosciamo la verità, no a celebrazioni rituali
la lotta per una vera giustizia sociale deve continuare,
non c’è futuro senza memoria, ieri come oggi
giustizia sociale e giustizia globale!

Il prossimo 12 dicembre Milano sarà attraversata da un corteo cittadino che toccherà i luoghi che hanno segnato con questa tragica storia la nostra città.
Partirà da Piazza Cavour a pochi passi dalla Questura e terminerà in Piazza Fontana.

MEMORIA E ATTUALITÀ
PERCHÉ IL BOATO DI QUELLA
DEFLAGRAZIONE NON SI È ANCORA SPENTO

MEMORIA Per contrastare l’oblio e le vergognose ambiguità nel tentativo di una rimozione storica che offuschi responsabilità, connivenze, coperture; per ribadire l’unica verità: è stata una strage di Stato, eseguita dai gruppi fascisti in combutta con pezzi importanti dei partiti di governo, con la regia, il supporto e la protezione dei servizi segreti italiani e americani, che Pinelli è stato assassinato e Valpreda imprigionato innocente.

Certo, la bomba non ha vinto, grazie alla forte e cosciente mobilitazione popolare che ha impedito la programmata deriva reazionaria, ma la volontà di contenere e di contrastare in ogni modo le conquiste sociali e la piena attuazione della Carta Costituzionale non è mai venuta meno.
Addirittura, dopo gli anni della “strategia della tensione”, i cambiamenti epocali in campo tecnologico e la grande ristrutturazione economica e finanziaria a livello globale sono serviti ad approfondire ulteriormente le diseguaglianze planetarie e, nei paesi più ricchi, a consentire al padronato di recuperare abbondantemente la parte di potere e di ricchezza messa pesantemente in discussione negli anni delle grandi conquiste dei lavoratori.

ATTUALITÀ Le strutture dello Stato hanno accompagnato questo processo attraverso l’emanazione di leggi che hanno contribuito in maniera determinante allo smantellamento dei diritti dei lavoratori, all’allargamento delle ingiustizie, alla marginalizzazione delle povertà e alla discriminazione delle diversità; fino agli ultimi famigerati “decreti sicurezza”. Se non intervenendo direttamente in maniera pesantemente
repressiva e antidemocratica come successo a Genova ben 32 anni dopo Piazza Fontana.

Allora si seminarono bombe per diffondere paura e disorientamento, per imporre un rigido controllo sociale a garanzia del potere; oggi la paura e l’incertezza per un futuro degno sono parte stessa della condizione sociale dei più, segnata dalla totale precarietà, dalla povertà diffusa e dalla palese ingiustizia subita.
L’emergenza climatica e l’esodo forzato di milioni di persone, insieme alle guerre sempre più diffuse e alla perdita quotidiana dei diritti fondamentali sono oggi l’eco sordo di quella deflagrazione.

Come negli anni ’60/’70 studenti, operai, femministe e movimenti sociali lottavano per la giustizia sociale, oggi un tutto il mondo, dalla Rojava all’America Latina, il rifiuto del sistema neoliberista e della chiusura degli spazi di partecipazione acquista sempre più forza. Giustizia ambientale, giustizia di genere, giustizia economica sono le rivendicazioni di un’unica voce che chiede un mondo libero e degno.

In questo contesto di grave disgregazione sociale, la reiterata protervia nella negazione della verità a 50 anni dalla strage di Stato e dall’assassinio di Giuseppe Pinelli, ci allarma molto perché dimostra che la profonda faglia antidemocratica ereditata dal fascismo non si è ancora completamente chiusa e il pericolo di nuove derive reazionarie non è scongiurato.

link all’evento facebook

piazza fontana 2019

Programma 49° anniversario strage di piazza Fontana

RIPORTIAMO SUL NOSTRO SITO WWW.COMUNISTIMILANO.IT IL SEGUENTE APPELLO:

ASSOCIAZIONE FAMILIARI VITTIME DI PIAZZA FONTANA 12 DICEMBRE 1969

COMITATO PERMANENTE ANTIFASCISTA CONTRO IL TERRORISMO PER LA DIFESA DELL’ORDINE REPUBBLICANO

Il 12 dicembre del 1969 una bomba ad alto potenziale e di chiara matrice neofascista esplodeva nella Banca Nazionale dell’Agricoltura di Milano provocando 17 morti e 84 feriti.
Fu l’inizio della strategia della tensione e il preludio alla stagione del terrorismo e dell’eversione in Italia. Nonostante numerosi processi e diverse sentenze, nonostante i colpevoli siano stati chiaramente individuati, per questa strage nessuno ha pagato.
A 49 anni dalla strage, il Comitato Permanente Antifascista contro il terrorismo e per la difesa dell’ordine repubblicano, d’intesa con i Familiari delle Vittime, promuove una manifestazione non solo per rendere il doveroso tributo di memoria ai caduti, ai feriti ed ai familiari, ma anche per riflettere su una vicenda che presenta ancora troppi lati oscuri, anche per ciò che attiene al ruolo svolto da apparati deviati dello Stato.
Vogliamo verità e giustizia, vogliamo che si aprano tutti gli armadi e si svelino tutti i segreti, anche per essere certi che queste tragiche vicende non possano verificarsi mai più.

Tutti i cittadini sono invitati a partecipare.

L’Associazione Familiari Vittime di Piazza Fontana 12 dicembre 1969 e il Comitato Permanente Antifascista di Milano hanno deciso di organizzare la manifestazione per l’anniversario della strage di Piazza Fontana con le seguenti modalità:

MERCOLEDI 12 DICEMBRE 2018 IN PIAZZA DELLA SCALA
CONCENTRAMENTO DEL CORTEO

Ore 15,45. Concentramento del corteo con alla testa i Gonfaloni dei Comuni, della Regione Lombardia e della Città Metropolitana in piazza della Scala. Il corteo avrà il seguente svolgimento:
Piazza della Scala, via Santa Margherita, via Mengoni, piazza Duomo (lato destro), via dell’Arcivescovado, piazza Fontana.

MERCOLEDI 12 DICEMBRE 2018 IN PIAZZA FONTANA
CERIMONIA UFFICIALE

ore 16,30 arrivo delle staffette podistiche da Villasanta e Seregno;
ore 16,37 posa delle corone in piazza Fontana, alla presenza delle autorità;
ore 16,45 interventi conclusivi in piazza Fontana:

CARLO ARNOLDI, Presidente Associazione Vittime di Piazza Fontana – 12 dicembre 1969;
DAVIDE ANTONELLI, studente Università Cattolica di Milano;
DANILO MARGHERITELLA, segretario generale UIL Milano Lombardia;
ROBERTO CENATI, Presidente Comitato Permanente Antifascista contro il terrorismo per la difesa dell’ordine repubblicano;
GIUSEPPE SALA, Sindaco di Milano;
On. ROBERTO FICO, Presidente della Camera dei Deputati.
coordina: ARDEMIA ORIANI, vicepresidente ANPI Comitato Provinciale di Milano.

__________________________________

RICORDIAMO CHE COME PARTITO COMUNISTA ITALIANO FED. MILANO SAREMO PRESENTI SIA ALLA MANIFESTAZIONE ISTITUZIONALE QUI RIPORTATA, CHE ALLA MANIFESTAZIONE DELLA RETE ANTIFASCISTA MILANESE, CON CONCENTRAMENTO ALLE ORE 18.30 IN PIAZZA SAN BABILA.

Piazza Fontana – Una strage di Stato

Questo slideshow richiede JavaScript.

In vista del 12 dicembre la cittadinanza milanese, e con essa il PCI e la Fgci, sono scesi in piazza sabato per ricordare come l’Italia abbia vissuto una strategia della tensione atta a frenare le conquiste sociali e civili dei lavoratori e dei cittadini. Piazza Fontana e i suoi silenzi sulle responsabilità dell’attentato, da quel 12 dicembre 1969, hanno accompagnato la Storia della Repubblica Italiana.

44° della strage di Piazza Fontana

Milano – 12 Dicembre 1969 – 12 dicembre 2013

Programma:

Giovedì 12 dicembre 2013

Ore 16,30 – Piazza Fontana appuntamento con  le bandiere delle Associazioni Partigiane.

Ore 16,37 – Piazza Fontana deposizione delle corone alla presenza delle Autorità;

Ore 17,30 – Piazza della Scala

Concentramento dei Gonfaloni, delle bandiere delle Associazioni Partigiane e del corteo che confluirà in Piazza Fontana

Ore 18,00 – Piazza Fontana

interventi di:

Carlo ArnoldiPresidente Associazione Vittime di Piazza Fontana

Iacopo Lanza, Rete degli studenti 

Graziano GorlaSegretario Generale Camera del Lavoro di Milano

Prof. Carlo SmuragliaPresidente nazionale dell’A.N.P.I. 

presenta:

Roberto CenatiPresidente ANPI Provinciale di Milano 

***

Palazzo Castiglioni dell’Unione Commercianti

Sala Orlando – Corso Venezia 47

ore 19,30 – concerto dedicato al 44° anniversario della strage di Piazza Fontana

ingresso libero fino ad esaurimento posti

———————————————————-

Il Partito dei comunisti Italiani di Milano aderisce anche alla manifestazione indetta SABATO 14 DICEMBRE H.15 in PIAZZA della SCALA, promossa da Partigiani in ogni quartiere.