Ucraina, “Kiev è in ostaggio dell’estrema destra” – Intervista di Radio Città Fujiko a Flavio Pettinari (audio)

da www.radiocittafujiko.it

svoboda scontri ucraina

La celebre piazza Indipendenza di Kiev, teatro della rivolta anti-Janucovyc, sarebbe controllata dall’estrema destra ucraina. I gruppi paramilitari, che si richiamano ai collaborazionisti della seconda guerra mondiale, sono armati e si sarebbero resi protagonisti di atti di teppismo e terrorismo.

Appare sempre più sbiadita l’immagine di quella che in tanti si sono affrettati a definire “Primavera ucraina”. Cacciato Janucovyc da Kiev, eletto il fedelissimo di Yulia Tymoshenko, Yatseniuk alla presidenza del consiglio dei ministri, restano tante le ombre sulle ragioni e sugli attori, del rovesciamento delle istituzioni ucraine.

Tra opposizione e governo, si è fatto largo un altro grande protagonista della scena politica ucraina: la piazza, termine che significa da sempre tutto e niente, ma nel quale vanno rintracciate anime e componenti.

Continua qui