Renzi ruba ai poveri per dare ai ricchi

Prima di tutto:
In questi 8 anni di crisi il 10% più ricco della popolazione italiana è diventato più ricco di prima.
Non lo diciamo noi, lo dice lISTAT, ma di questo Renzi si dimentica.

Così con il Job Act non ha aumentato i posti di lavoro ( se non di poche unità ), ma solo cambiato i contratti in essere.

Risultato:
gli sgravi alle imprese hanno prodotto 1,4 miliardi di euro di buco nelle casse dellINPS.
Si sono tolti 1,4 miliardi di euro dalle tasche degli attuali pensionati e dei futuri pensionati ( attuali lavoratori ) per regalarli ai padroni ( quelli che si sono arricchiti anche con la crisi )

La legge finanziaria procede su questa strada.
Eliminare la TASI significa togliere circa 200 euro a chi possiede una casa normale, ma toglierne 2000 o più a chi possiede ville, palazzi, grandi appartamenti di lusso ecc.
Questi soldi che verranno a mancare dove saranno presi?
Dalla sanità
Per cui i pensionati o i lavoratori con il loro reddito non si potranno più curare adeguatamente se si dovessero ammalare ( già oggi molti pensionati non riescono a pagarsi analisi e medicine ).

Ma Renzi non è ancora contento.

Mentre dichiara che al più presto ridurrà lIRAP alle imprese ( altri miliardi per i padroni ) non stanzia 1 lira per i contratti dei 3,8 milioni di dipendenti pubblici ( con lo stipendio bloccato dal 2006 ).
Questi miliardi che Renzi ha regalato e vuole regalare ai più ricchi dovrebbero invece essere investiti per creare lavoro per i giovani, per sistemare il dissesto idrogeologico, per garantire ad ogni cittadino il diritto alla salute, alla casa, allistruzione, alla pensione ecc.

Non era così quando in Italia cera un forte PCI, i lavoratori, i pensionati, i giovani , le donne, la grande maggioranza della popolazione, vivevano meglio, con più benessere e più sicurezza del futuro.
Aiutaci a ricostruire un forte Partito Comunista, solo una forza veramente di sinistra può cambiare realmente le cose.

pcdi

Partito Comunista d’Italia

Federazione di Milano