Raffaele De Grada nel Famedio

Il Partito Comunista Italiano milanese si associa all’orgoglio della cittadinanza di Milano tutta per l’iscrizione al famedio del compagno Raffaele De Grada, partigiano, dirigente del Pci milanese, del Mls, giornalista, deputato e varie volte consigliere in enti locali, critico d’arte nonché figlio dell’omonimo padre pittore. Aderì in seguito allo scioglimento del Pci storico ai Comunisti Italiani. Si spense a Milano nel 2010.

famedio

Annunci

La federazione di Milano del PCdI esprime il suo sdegno per l’iscrizione al Famedio di Franco Servello

famedio milanoL’ iscrizione al famedio del fascista Franco Servello  è un insulto a Milano, città medaglia d’oro della resistenza, ed a tutti i partigiani che in tale luogo sono ricordati.

La sua militanza fascista, le responsabilità che ebbe nell’organizzare la manifestazione a Milano in cui fu ucciso, con una bomba a mano, l’agente Marino ed altri agenti furono feriti, avrebbero dovuto impedire la sua iscrizione al famedio, indipendentemente da presunti “automatismi istituzionali” che non possono in alcun modo sovrastare la gravità delle sue colpe, né tantomeno i fondamenti antifascisti della nostra Costituzione che è la suprema legge del nostro stato.

Ci impegniamo ad agire ad ogni livello politico, istituzionale e di mobilitazione affinchè tale sciagurata decisione venga revocata.

 Federazione di Milano

Partito Comunista d’Italia