OdG del Comitato Federale di Milano del Partito dei Comunisti Italiani – 13 giugno 2014

Il comitato federale di Milano del Partito dei Comunisti Italiani, svoltosi in data 13 Giugno 2014, smentisce nel modo più netto e risoluto la falsa notizia circolata su Internet di una propria uscita dal partito, si tratta , semmai, del caso di alcuni singoli compagni.

Ribadisce la propria intenzione di sviluppare la linea strategica del nostro partito volta alla ricostruzione di un forte Partito Comunista in Italia

Mantiene, nonostante le scorrettezze di alcuni soggetti, di cui l’episodio indicato in precedenza ne è un chiaro esempio e nonostante la discriminazione di cui siamo stati oggetto anche in un recente passato, la disponibilità e la volontà di costruire un percorso di unità della sinistra , percorso che richiede, come premessa indispensabile, la pari dignità dei soggetti che vi partecipano, il rispetto della autonomia di ognuno di essi che si accompagna al rispetto di ciascuno dei contenuti e dei programmi comuni condivisi.

In ogni caso il percorso di unità della sinistra non può mettere in discussione l’esistenza e l’autonomia del Partito dei Comunisti, come pure delle altre forze che vi partecipano.

I cosiddetti soggetti unitari che si vorrebbero far nascere non da un percorso comune e condiviso, non da una omogeneità raggiunta di identità, contenuti e prospettive, ma da confuse ed eterogenee aggregazioni elettorali che hanno come principale fattore di aggregazione il puro e semplice superamento dei vari quorum ( che può essere un obiettivo anche sufficiente per una aggregazione elettorale ma non per un soggetto politico ), hanno già dimostrato tutti i loro limiti ed i loro fallimenti nelle varie esperienze che si sono succedute dall’Arcobaleno in poi.

L’unità possibile, praticabile e che potrebbe dare i migliori risultati tra le forze di sinistra, oggi, è una unità da costruire sui programmi, sugli obiettivi, sulle mobilitazioni e sui conflitti sociali e poi anche come alleanza elettorale che non cancella e non esclude tutte o in parte le forze di sinistra che ne possono far parte, ma che valorizza, invece, l’apporto di ognuno.

Per questa unità della sinistra abbiamo sempre lavorato e continueremo a lavorare anche in futuro.

Annunci

Risoluzioni adottate dal Comitato Federale del 4/11/2013

Il Comitato federale dopo aver discusso della situazione politica generale ha sviluppato alcuni ragionamenti e assunto alcune decisioni sul nostro partito.

Ha , prima di tutto, sottolineato l’importanza della positiva conclusione del nostro recente congresso che ha posto fine ad una dinamica potenzialmente disgregativa ed ha tenuto in campo e rilanciato la prospettiva strategica della ricostruzione del Partito Comunista in Italia.

Per quanto riguarda la nostra federazione ha evidenziato come primi positivi segnali nella direzione indicata dal congresso, di rilancio della iniziativa del nostro partito, l’avvio del bollettino come strumento di comunicazione reciproca tra iscritti/sezioni ed il gruppo dirigente e come mezzo per fornire strumenti di lavoro politico e stimolo alla iniziativa e l’avvio di una riunione periodica tra i compagni eletti nelle istituzioni al fine di confrontare le esperienze, le valutazioni e le analisi e dare quindi vita ad una unitaria e definita linea politica del nostro patito riguardo le amministrazioni locali, il primo passo è stato tra i consiglieri di zona di Milano, ma sarà estesa a tutti gli eletti.

Questa prima riunione ha permesso di definire una posizione del PDCI su una importante questione in discussione in questo momento, il tema del decentramento nel comune di Milano, mettendoci in condizione di produrre una azione politica che sta dando frutti anche in altri partiti, dimostrazione questa che se  costruiamo una linea ed una azione politica possiamo essere tutt’altro che ininfluenti.

Sono questi alcuni primi passi di un percorso che , però, da soli non sono sufficienti rispetto alla situazione politica in cui siamo e agli impegni che ci aspettano.

Il Comitato federale ha, perciò, deciso di assumere alcuni obiettivi, di cui si fa carico anzitutto in prima persona, a cominciare da ciascuno dei suoi componenti:

1)      Ridare valore al tesseramento e chiuderlo entro il mese di Novembre

E’ un cattivo segnale verso i militanti e gli iscritti che il partito non curi e valorizzi il tesseramento. E’ come dire che lo stesso gruppo dirigente non “crede” nel partito e non da valore e importanza nell’esserne parte.

Raccogliamo, quindi, l’indicazione venuta dal Nazionale di chiudere il tesseramento 2013, in modo da aprire il prossimo nei primi mesi del 2014.

Il Comitato Federale ha assunto l’impegno di seguire e stimolare il tesseramento, anche attraverso l’impegno diretto di ognuno dei suoi membri nelle rispettive sezioni, in modo da ottener il massimo del risultato conseguibile e di chiuderlo entro i mese di Novembre 2013.

2)      Promuovere una riorganizzazione del partito attraverso l’individuazione di un responsabile organizzativo in ogni sezione, in modo da creare un rapporto diretto tra il gruppo dirigente e le sezioni e seguire la concreta realizzazione delle indicazioni politiche, il tesseramento, e la partecipazione alle mobilitazioni, le mail , gli sms sono strumenti utili e veloci e continueremo ad usarli ma da soli non permettono un rapporto reale e diretto tra le varie istanze del partito e non consentono un efficace riscontro dell’agire reale del nostro partito.

3)      Dare indicazione ad ogni nostra sezione di “uscire” almeno una volta al mese con un volantino o una iniziativa. Il gruppo dirigente, anche attraverso il bollettino, cercherà di fornire strumenti utili, ed ogni compagno del comitato federale è impegnato a partecipare in prima persona a queste iniziative nella propria sezione.

4)      Stimolare la presenza dei militanti e degli iscritti alle iniziative ed alle mobilitazioni che il partito promuove o a cui partecipa , considerato che l’impegno in tal senso non è proibitivo, visti i tempi che corrono, e considerata l’importanza per un partito come il nostro, che non può accedere ai mezzi di comunicazione di massa, che ha la presenza e la visibilità negli appuntamenti di mobilitazione e di conflitto sociale.

Segnaliamo già che il 23 di Novembre prossimo , a Milano, si terrà una manifestazione sul tema della casa, promossa dai sindacati degli inquilini, cui parteciperà il nostro partito con lo striscione ed un volantino , daremo nei prossimi giorni comunicazione più dettagliata in proposito.

APPROVATO DAL COMITATO FEDERALE DEL 4 NOVEMBRE 2013